Attualità

Come andrà a finire?

6 Agosto 2021

Maurizio de Caterina medico e docente di biochimica ematologica presso Università degli Studi di Napoli Federico II inaugura co questa riflessione spontanea la sua collaborazione con la nostra testata. Ci spiega come il virus è stato generato e perché la strategia usata dal governo è destinata a fallire. Ci spinge soprattutto a riflettere sulla importanza della dieta in questo frangente perché la prevenzione potrebbe passare anche dalla scelta di taluni cibi.

di Maurizio de Caterina

Volete sapere come andrà a finire ? Ve lo dico io . ..,,senza falsa modestia. Il virus continuerà a mutare perché è un maledetto virus uscito da un laboratorio militare a Wuhan , laboratorio specializzato per la guerra biologica , per produrre microrganismi per la distruzione di massa. O è stato ingegnerizzato ad hoc ( anche Fauci e la CIA lo pensano ) o è stato selezionato tra 50 specie di coronavirus in studio in quel laboratorio , per selezionare quello più aggressivo e contagioso , comunque è opera di quelle manipolazioni omicide, per lo sterminio di massa . Altro che spill over spontaneo!! Solo un paravento. Probabilmente è sfuggito al laboratorio e ha contaminato l’ambiente. Tra parentesi in quel laboratorio hanno fatto i loro cavolo di esperimenti anche biologi americani e francesi !!!! E ora si devono pure stare zitti !! Quindi virus che muta in continuazione, virus non controllabile . E hanno sperimentato una tecnica di biologia molecolare a mRNA , interessantissima per produrre proteine native a soggetti con deficit genetici quali-quantitativi , ma non come strategia vaccinale di massa. Infatti non sta funzionando nel produrre anticorpi per una proteina Spike che muta in continuazione . E ora con la variante delta , punto e a capo . Avrebbero dovuto allestire un vaccino tradizionale con virus attenuato . Sperano , con una terza e quarta dose dello stesso “ vaccino” ( virgolettato)di arginare in qualche modo la inesorabile 4a ondata. E hanno tirato fuori il green pass quando gli americani hanno dimostrato ( lo ha detto anche il prof Galli) che anche i vaccinati si contagiano e contagiano . Ormai annaspano e stanno finalmente pensando ( lo dicevo un anno fa) ad arginare la 4a ondata con le terapie domiciliari precoci e gli anticorpi monoclonali . Ma la terapia più efficace era il plasma iperimmune del compianto collega de Donno ( medico stile Giuseppe Moscati , il medico santo ) una bravissima persona in un mondo di diavoli e sappiamo come è andata a finire. La 4a ondata arriverà senza aver raggiunto l’immunita’ di gregge ( lo ammette anche Galli) ma non potremo fare un altro lock down perché sarebbe il tracollo economico mondiale irreversibile. E allora si andrà avanti navigando a vista: altre dosi del vaccino di Big Pharma che deve essere utilizzato e pagato fino all’ultima dose come direbbe Draghi “ whatever it takes” , a qualunque costo ; il green pass provvedimento idiota che fomenterà contrapposizioni sociali violente; implementazione delle cure domiciliari per impedire di saturare di nuovo gli ospedali etc etc provvedimenti tampone compreso il ritorno dell’uso intensivo delle mascherine .Anche io speravo che come per la maledetta spagnola di un secolo fa , la terza ondata coincidente con il caldo estivo , avrebbe risolto il problema. Ma questo maledetto coronavirus ha fatto il salto di specie non spontaneamente nel wet market di Wuhan , ma nel laboratorio militare per la guerra biologica e sta sfuggendo al controllo . E la strategia usata per vaccinare la popolazione con Spike protein mRNA si sta dimostrando inefficace contro un virus che muta più velocemente del controllo immunologico di massa ( herd immunity). “ il giocattolo” biologico è sfuggito al controllo dei suoi ideatori e sta facendo il suo lavoro distruttivo . Riusciremo a fermarlo e quando e a che costi ? Questo non è complottismo o catastrofismo ma uso della logica scientifica, analisi dei dati e osservazione imparziale del fenomeno pandemicoPerché questi -spesso- pseudoscienziati televisivi , perché non hanno esteso l’analisi epidemiologica a quei popoli che hanno avuto e hanno un basso indice di letalità ( mongolia, nord Corea, zone interne della Cina, Polinesia e micronesia) molto verosimilmente per diete particolari con cibi fermentati che aumentando , a livello del microbiota, il fattore di trascrizione NrF2 inducono la espressione di molecole antiossidanti che proteggono dalla diffusione e progressione della malattia., esaltando la risposta immune innata e adattativa,Questa potrebbe essere la strategia vincente come ho già spiegato e pubblicato altrove.Grazie per la lettura Un medico dal pensiero libero, indipendente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.